Cashback: cos’è e cosa c’è da sapere

Che cos’è Cashback?

E perché se ne parla così tanto ultimamente?

 

 

Cashback è una delle iniziative del Piano Italia Cashess previste dalla Legge di Bilancio 2020 e dal Decreto 24 Novembre 2020, n.156 emesso dal Ministro dell’Economia e delle Finanze. 

E’ un piano messo a punto dal Governo per incentivare l’uso di carte di credito, debito e app di pagamento, al fine di modernizzare il Paese e favorire lo sviluppo di un sistema più digitale, veloce, semplice e trasparente.

Il programma Cashback offre la possibilità di ottenere un rimborso in denaro in base agli acquisti effettuati, entro un certo periodo e a titolo privato, con strumenti di pagamento elettronici.

Sono quindi esclusi tutti i pagamenti effettuati online.

 

Chi sono i soggetti coinvolti?

I soggetti coinvolti sono sostanzialmente due: chi vi aderisce, ossia la persona fisica maggiorenne residente in Italia che decide di partecipare, e l’Esercente.

A voi esercenti non spetta alcun cambiamento per adeguarvi al programma, se non quello di avere il POS. Siete soggetti che svolgono attività di vendita di beni o prestazione di servizi e quindi il cliente che aderisce a CashBack e che effettua acquisti presso la vostra attività deve poter usufruire di uno Strumento di Pagamento elettronico.

 

Quando inizia CashBack e quanto durerà?

Il Cashback prende avvio in una fase ancora sperimentale, che parte dall’8 al 31 Dicembre 2020. Questo periodo è chiamato anche “Extra Cashback di Natale” mentre a seguire, a partire dal 1° Gennaio 2021, sono previsti tre ulteriori periodi della durata di sei mesi ciascuno.

Cashback si articolerà quindi in 4 periodi, ciascuno indipendente dagli altri:

  • Extra Cashback di Natale → Dall’8 al 31 Dicembre 2020
  • 1° Semestre → dal 1° Gennaio al 30 Giugno 2021
  • 2° Semestre → dal 1 Luglio al 31 Dicembre 2021
  • 3° semestre → dal 1° Gennaio 2022 al 30 Giugno 202  

 

In cosa consiste Cashback?

Per ogni periodo del programma, è possibile ottenere un rimborso massimo di 150 euro, pari a 300 euro annui. Non c’è un importo minimo di spesa

Ogni acquisto effettuato con carte e app di pagamento registrate ai fini del Cashback, è possibile accumulare il 10% dell’importo speso, fino a un massimo di 15 euro per singola transazione. Si otterrà così il cashback accumulato solo se alla fine del periodo è stato raggiunto il numero minimo di transazioni
valide, che sono:

  • Nel periodo sperimentale “Extra Cashback di Natale”, il numero minimo è di 10 transazioni
  • Per ciascuno dei tre semestri successivi, il numero minimo è di 50 transazioni.

 

Cosa si deve fare per partecipare?

Per partecipare è necessario avere lo SPID (il Sistema Pubblico di Identità Digitale) o la Carta d’Identità Elettronica (CIE). Chi non ha lo SPID, può richiederlo gratuitamente a uno dei provider elencati qui

(→ www.spid.gov.it/richiedi-spid), mentre è possibile richiedere il rilascio della CIE presso il proprio comune. Fatto ciò, basta scaricare l’app IO e, avviato il Cashback, bisogna abilitare le carte che si utilizzano per i pagamenti.

 

Ecco tutto! Speriamo che questa piccola guida sul Cashback ti sia stata utile!

Ad ogni modo, il team di WeGest Software resta sempre a tua disposizione.